(21/05/2013) - A un anno dal terremoto la scuola si racconta

La didattica, le esperienze e i protagonisti in diretta web dalle scuole colpite domani 22 maggio, ore 10

Bologna – Una diretta web dalle scuole colpite dal terremoto di un anno fa, per raccontare e condividere le esperienze vissute nell’emergenza, la forza della ricostruzione e la ripresa della normalità: la realizza l’Assessorato regionale alla Scuola, in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale domani, mercoledì 22 maggio.

La diretta, visibile dai siti www.regione.emilia-romagna.it e www.iltempodellascuola.it, prenderà il via alle ore 10 dal liceo Morandi di Finale Emilia, in provincia di Modena, dove saranno presenti l’assessore regionale alla Scuola Patrizio Bianchi, il vicedirettore generale dell’Ufficio scolastico regionale Stefano Versari, il direttore del Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna Luigi Guerra, il sindaco di Finale Emilia Fernando Ferioli, l’assessore alla Scuola della Provincia di Modena Elena Malaguti e la dirigente del liceo Morandi Anna Silvestris.

A seguire ci si collegherà con studenti e docenti degli Istituti comprensivi di Crevalcore (Bo) e di Carpi (Mo), dell’Istituto Galilei di Mirandola (Mo), dell’Istituto Calvino di Fabbrico (Re) e dell’Istituto Aleotti di Ferrara. Intorno alle ore 11 è previsto un collegamento in diretta con il presidente della Regione Vasco Errani.

Condotta dal giornalista Giampaolo Colletti, la diretta darà spazio al racconto di alcune delle esperienze realizzate nelle scuole, coinvolgendo in particolare gli studenti e i docenti.

“L’Emilia in seguito all’emergenza del terremoto nell’estate 2012 è diventata un laboratorio di sperimentazione sia nel campo dell’edilizia scolastica che nella didattica – spiega l’assessore Patrizio Bianchi – In pochi mesi si sono utilizzate tutte le tecnologie disponibili per costruire scuole sicure, innovative e sostenibili, e allo stesso tempo si sono sviluppate metodologie innovative per fare buona scuola anche affrontando le difficoltà e i traumi causati dal sisma. Un patrimonio di innovazione che ora, superata l’emergenza, crediamo debba essere condiviso e messo a disposizione delle altre scuole e del Paese”.

“Le istituzioni scolastiche colpite dal sisma hanno dimostrato di saper raccogliere quanto di positivo è scaturito dall’emergenza – dice Stefano Versari vice direttore dell’USR – In questo contesto, caratterizzato da importanti azioni di solidarietà promosse dal Miur, da Enti pubblici e da privati, il mondo della scuola ha trovato ispirazione per un ripensamento della didattica e l’innovazione tecnologica”.

L’iniziativa di domani si colloca nell’ambito di un percorso - iniziato il 23 marzo scorso con il convegno “La scuola prima di tutto” - voluto dall’Assessorato regionale alla scuola e dall’Ufficio scolastico regionale per valorizzare le esperienze realizzate.

Affinché l’evento possa vedere la partecipazione più ampia possibile ed essere vissuto come un vero momento di condivisione, nel corso della diretta sarà possibile partecipare attivamente attraverso Facebook e una mail dedicata.

Saranno inoltre trasmessi alcuni frammenti del documentario “Il battito della comunità”, realizzato dalla Regione con la regia di Claudia Tosi per documentare la ricostruzione e i primi mesi di scuola nell’area colpita dal sisma.

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/05/21 16:15:52 GMT+2 ultima modifica 2013-05-21T18:15:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina