venerdì 26.05.2017
caricamento meteo
Sections

Con il concorso #iMiei10Libri, gli autori contemporanei arrivano a scuola

Lanciato dal ministro Giannini, vede protagoniste le classi. I dieci titoli più votati saranno dati in dotazione alle biblioteche scolastiche

I libri degli scrittori contemporanei approdano nelle scuole italiane. Fino al prossimo 1 dicembre gli studenti potranno indicare, su una piattaforma online, quali sono i dieci autori che vorrebbero leggere a scuola.

A lanciare il concorso il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini, al Salone internazionale del Libro di Torino.

“I 10 titoli più votati – ha spiegato il ministro Giannini - saranno dati in dotazione dal Miur a tutte le biblioteche scolastiche anche informato digitale in modo che siano accessibili a tutti gli studenti”. “Con questa iniziativa – ha sottolineato - non stiamo chiedendo ai ragazzi di votare chiusi nelle loro stanze, davanti ad un computer, ma di votare per classi. Desideriamo infatti che ci sia un dibattito fra studenti e con gli insegnanti per incentivare la passione per la lettura anche attraverso i titoli e gli autori che i giovani sentono più vicini a loro. Anche per questo lanciamo il bando in questi giorni che precedono le vacanze: il concorso può incoraggiare il confronto sulle letture da fare durante la pausa estiva. Sarebbe bello se anche i libri suggeriti dai ragazzi potessero diventare parte di quei compiti che si faranno nei prossimi mesi”.

Il bando prevede due sezioni:

  • Generazione 2000. I contemporanei in classe: riservata agli alunni delle scuole secondarie di 1° e 2° grado che potranno indicare 10 titoli di autori italiani pubblicati dal 2000 ad oggi.
  • #iMiei10Libri: dedicata, invece, agli alunni della scuola primaria che potranno fare la loro scelta tra 10 volumi della letteratura per l’infanzia e per i ragazzi appartenenti alla cultura italiana o europea.

Il voto verrà espresso non dai singoli studenti ma dalle classi, tramite una piattaforma informatica appositamente realizzata dal Miur. Le preferenze dovranno essere espresse in ordine decrescente (dal 10° al 1°).

I libri votati potranno essere un classico, una sua rivisitazione contemporanea o un testo recente legato alla produzione di qualità nell’ambito dell’editoria per l’infanzia e per i ragazzi della cultura italiana ed europea.

Alla fiera del Libro di Torino, circa 2.500 ragazzi hanno già partecipato al voto tramite la postazione informatica allestita presso lo stand Miur. Fra gli autori contemporanei più gettonati: Niccolò Ammaniti, Alessandro Baricco, Alessandro D’Avenia, Andrea Camilleri, Umberto Eco, Fabio Geda, Massimo Gramellini, Roberto Saviano, Fabio Volo.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle azioni del Ministero per la promozione della lettura come indispensabile pratica educativa e formativa. Il concorso punta poi a rafforzare e rinnovare il ruolo e la visibilità delle biblioteche scolastiche che, anche attraverso un apposito bando per la loro digitalizzazione, il Ministero sta cercando di trasformare in laboratori e ambienti innovativi in cui coltivare e sviluppare conoscenze e abilità trasversali.

 

Per saperne di più

Azioni sul documento
Pubblicato il 16/06/2016 — ultima modifica 16/06/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it