Diritto allo studio

Sostegno per i servizi di trasporto scolastico

Cosa fa la Regione

Ai sensi della normativa vigente che disciplina il diritto allo studio (Decreto Legislativo 13 aprile 2017, n. 63 e Legge regionale n. 26 del 2001) i servizi di trasporto scolastico sono di competenza del Comune di residenza, salvo che intervengano accordi diversi tra i comuni interessati. Gli utenti concorrono al costo dei servizi sulla base delle proprie condizioni economiche secondo regolamenti approvati dai comuni.

Con i nuovi indirizzi approvati con deliberazione n. 209_2019,la Regione conferma l’impegno a destinare per il triennio 2019/21, fondi propri per sostenere i Comuni, che hanno competenza in materia, nell’erogazione dei servizi e nelle facilitazioni di viaggio. Viene considerato prioritario il trasporto degli studenti disabili, e garantita tempestività nel trasferimento delle risorse affinché sia possibile programmarle prima dell’avvio dell’anno scolastico.

Pertanto la Regione annualmente prevede proprie risorse che vengono poi ripartite dalle Province/Città Metropolitana di Bologna ai Comuni sulla base di criteri stabiliti negli organismi di concertazione territoriale, che tengono conto delle peculiarità del territorio e del numero degli studenti trasportati.

A chi rivolgersi

Servizio programmazione delle politiche dell'istruzione, della formazione, del lavoro e della conoscenza
viale Aldo Moro, 38
Segreteria Tel 051.527 3955 – 5688
PEC: progval@postacert.regione.emilia-romagna.it

Patrizia Berti
patrizia.berti@regione.emilia-romagna.it

Cristina Vittori
cristina.vittori@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/05/23 11:27:00 GMT+1 ultima modifica 2020-03-18T11:56:47+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina