venerdì 19.01.2018
caricamento meteo
Sections

Diritti naturali

Presentazione della rubrica

Per i ragazzi è importantissimo fare esperienze pratiche e non solo teoriche: È per questo nella Rubrica "I Diritti Naturali" partiamo dal principio che è importante uscire dal scuola con i ragazzi e "fare concretamente".

Qualsiasi esperienza che noi facciamo a scuola con i ragazzi è legata a tutte le altre. Noi possiamo spezzare anche in 30, 40, 50 tessere il mosaico della scuola, la settimana, il mese, l'anno, però dobbiamo ricordarci che tutto è collegato. E' un po' come la legge che ci dice che "in natura tutto è collegato".

Lo stesso avviene nell'educazione: non c'è nell'esperienza educativa qualcosa che non sia collegata una con l'altra.

E' importante, a partire da questo discorso, contestualizzare le situazioni: non possiamo parlare di realtà in maniera soltanto teorica ma dobbiamo scendere sul pratico.

Oggi la scuola è sempre più una scuola di città. C'è stato in questi ultimi 10, 15 anni un processo di chiusura delle scuole nelle realtà periferiche, anche di campagna, di montagna e di collina, e una tendenza alla urbanizzazione.

Il contesto in cui come scuola noi operiamo è quindi un contesto urbanizzato in cui i bambini vivono sempre meno l'utilizzo del loro corpo, dei cinque sensi e soprattutto l'esperienza all'aperto di contatto non solo con l'ambiente naturale ma anche con il mondo della produzione da cui viene, ad esempio il pane, il cibo di cui tutti i giorni abbiamo bisogno.

La rubrica quindi svilupperà i temi che sinteticamente troviamo esposti nei

10 DIRITTI NATURALI DEI BAMBINI E DELLE BAMBINE

  1. IL DIRITTO ALL'OZIO, a vivere momenti di tempo non programmato dagli adulti
  2. IL DIRITTO A SPORCARSI, a giocare con la sabbia, la terra, l'erba, le foglie, l'acqua, i sassi, i rametti
  3. IL DIRITTO AGLI ODORI a percepire il gusto degli odori riconoscere i profumi offerti dalla natura
  4. IL DIRITTO AL DIALOGO, ad ascoltatore e poter prendere la parola, interloquire e dialogare
  5. IL DIRITTO ALL'USO DELLE MANI, a piantare chiodi, segare e raspare legni, scartavetrare, incollare, plasmare la creta, legare corde,accendere un fuoco
  6. IL DIRITTO AD UN BUON INIZIO, a mangiare cibi sani fin dalla nascita, bere acqua pulita e respirare aria pura
  7. IL DIRITTO ALLA STRADA, a giocare in piazza liberamente, a camminare per le strade
  8. IL DIRITTO AL SELVAGGIO, a costruire un rifugio-gioco nei boschetti, ad avere canneti in cui nascondersi, alberi su cui arrampicarsi
  9. IL DIRITTO AL SILENZIO, ad ascoltare il soffio del vento, il canto degli uccelli, il gorgogliare dell'acqua
  10. IL DIRITTO ALLE SFUMATURE, a vedere il sorgere del sole e il suo tramonto, ad ammirare, nella notte, la luna e le stelle
Azioni sul documento
Pubblicato il 25/01/2013 — ultima modifica 25/01/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it