domenica 21.01.2018
caricamento meteo
Sections

Satira e caricatura negli anni della Grande Guerra

Il primo conflitto mondiale nelle illustrazioni satiriche di guerra: dal 7 marzo a Modena una mostra e itinerari didattici per le scuole

Nell'ambito delle iniziative organizzate dal Comune di Modena per il Centenario della Prima Guerra Mondiale, il Museo Civico di Arte Moderna di Modena ospita dal 7 marzo al 12 luglio 2015 la mostra "Una risata ci salverà. Satira e caricatura a Modena negli anni della Grande Guerra".

Una ricca esposizione di caricature e immagini satiriche, testi e cimeli, voci e immagini degli anni del conflitto presenta ai visitatori la Grande Guerra, che ha segnato profondamente la storia dell'Europa e del mondo, riletta attraverso lo sguardo inedito, penetrante, irriverente e critico dell'ironia e l'opera dei letterati e artisti satirici dell'epoca.

Durante tutto il periodo della mostra il Museo Civio d'Arte propone itinerari didattici per le scuole e in particolare: visite guidate alla mostra, condotte dai curatori Lorenzo Lorenzini e Stefano Bulgarelli, con la possibilità di abbinare alla visita, su richiesta, alcuni approfondimenti.

Approfondimenti e moduli didattici per le scuole

  • La Grande Guerra attraverso le raccolte del Museo del Risorgimento di Modena
    incontro di approfondimento in classe

Attraverso oggetti originali e fotografie storiche conservati presso il Museo Civico del Risorgimento è possibile evocare la catastrofe di quella che fu definita “guerra totale”. Il conflitto, che si distinse per l’utilizzo di nuove tecnologie, fece della comunicazione una protagonista indiscussa.

La propaganda istituzionale divenne così uno strumento fondamentale per la conduzione della guerra e il suo sostegno da parte della popolazione. Essa non ebbe termine con il conflitto ma generò celebrazioni e iniziative che risultarono poi funzionali all’affermazione dell’ideologia fascista: i monumenti eretti subito dopo la sua conclusione e i musei del Risorgimento, tra cui quello di Modena, ne sono un esempio significativo.

  • A colpi di matita. Quando la caricatura racconta la Grande Guerra
    incontro di approfondimento in classe.

Proiezione commentata sul primo conflitto mondiale visto attraverso il linguaggio della caricatura presente nei giornali di trincea e nelle cartoline illustrate: strumenti decisivi per il condizionamento dell’opinione pubblica, per rafforzare il morale delle truppe di tutti gli eserciti e delle popolazioni degli stati coinvolti, ma anche per “demolire” a colpi di matita tanto il nemico quanto l’avversario politico.

Una serie di temi-chiave faranno luce sulla capacità propagandistica e ideologica dell’illustrazione satirica di guerra: l’immagine “degradata” del nemico (soldati, reali e capi di stato), il recupero di figure del passato congeniali alla situazione bellica (dal mitico eroe classico, all’imperatore o al soldato romano, a Dante, Napoleone, Garibaldi), l’utilizzo dell’immagine grafico-caricaturale di bambini, l’attacco ai “nemici” interni contrari alla Guerra.

Per maggiori informazioni:

Per prenotare e concordare tempi e modalità degli incontri è possibile rivolgersi a
Stefano Bulgarelli
059.2033116 / 059.2033122
stefano.bulgarelli@comune.modena.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 14/01/2015 — ultima modifica 15/01/2015
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it