Teeschools, a scuola di efficienza energetica

Dieci classi di Castel San Pietro (BO) protagoniste di un progetto formativo internazionale per lo sviluppo di sistemi innovativi per il risparmio energetico

E’ pronto a entrare nelle aule scolastiche del Comune di Castel San Pietro Terme con un percorso formativo rivolto a studenti e insegnanti il progetto internazionale “Teeschools".

Finanziato dal fondo europeo per lo sviluppo regionale attraverso il programma Interreg Med, ha come obiettivo finale lo sviluppo di sistemi innovativi per lo studio e l’ottimizzazione delle prestazioni energetiche degli edifici scolastici nell’area mediterranea e delle linee guida da seguire per migliorarne l’efficienza.

Dal punto di vista operativo il risultato del progetto è la messa a punto di un tool che consente di fare una valutazione energetica preliminare degli edifici. Parallelamente allo studio di soluzioni tecniche, il progetto prevede il coinvolgimento di stakeholders, tecnici e professionisti.
In questa fase è prevista l’attivazione di un programma di formazione rivolto a studenti, insegnanti e personale tecnico della scuola sui comportamenti che possono generare risparmi energetici.

Gli incontri partiranno a ottobre e si concluderanno entro la fine dell’anno. Sono coinvolte una decina di classi, scelte nelle stesse scuole che fanno parte del progetto: in particolare tre quinte delle primarie Don Milani, Sassatelli e Albertazzi, tre terze della media F.lli Pizzigotti e una prima e due quinte dell’Istituto Alberghiero Scappi.

Dopo la presentazione del progetto e dei risultati della diagnosi energetica relativa al singolo edificio scolastico, il programma prevede momenti di approfondiment, laboratori e momenti di confronto sui concetti di energia, emissioni clima alteranti, efficienza energetica, Nzeb (Nearly Zero Energy Building), consumo e risparmio energetico. Obiettivo di questa fase pilota è proporre buone pratiche comportamentali che generino risparmi energetici, da mettere in atto nell’ambito degli edifici scolastici.

Inoltre i ragazzi sperimenteranno il calcolo della propria impronta energetica, determinando sia il consumo energetico che le emissioni di CO2 nella loro giornata tipo. Le due quinte dell’Istituto Alberghiero Scappi si cimenteranno anche nel calcolo del consumo di CO2 nella preparazione dei piatti, con lo scopo di eleggere la pietanza che consuma meno energia.

Il progetto

Il progetto Teeschools (Interreg Med) “Transfer Energy Efficiency to Mediterranean Schools", co-finanziato dal Fesr - Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale, promuove lo sviluppo di sistemi innovativi per lo studio e l’ottimizzazione delle prestazioni energetiche degli edifici scolastici nell’area mediterranea e delle linee guida da seguire per migliorarne l’efficienza. Ha preso il via nel febbraio 2017 e ha la durata di 36 mesi. Nella primavera 2020 si tireranno le fila del progetto in un incontro finale a Roma.

Capofila è l’italiana Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile) e il consorzio di progetto è formato da 15 istituzioni pubbliche e private di 7 Paesi europei: Bosnia ed Erzegovina, Cipro, Croazia, Francia, Grecia, Italia e Spagna. Per l'Italia, oltre all’Enea, partecipano il Comune di Castel San Pietro Terme (partner attivo) e il Comune di Udine (partner associato).

Per tutte le informazioni visita il sito web del progetto

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/09/25 14:39:00 GMT+2 ultima modifica 2019-10-02T12:41:51+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina