martedì 24.04.2018
caricamento meteo
Sections

Detto, fatto!

Riparte il ciclo di laboratori didattici proposti da CNA Solidale per le scuole primarie di Forlì

Imparare l’antica tecnica delle stampe a ruggine, sperimentare con la ceramica, fare il pane, visitare un caseificio per vedere come si fa il formaggio: queste alcune delle proposte di “Detto, fatto!” il pacchetto di laboratori gratuiti proposti da CNA Solidale, in collaborazione con gli artigiani di CNA Alimentare, CNA Artistico e Tradizionale e CNA Installazione e Impianti, alle Scuole Primarie di Forlì.

Il progetto “Detto, fatto! A scuola con CNA” gode del patrocinio del Comune di Forlì, nonché del  Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca - Ufficio Scolastico Regionale dell'Emilia Romagna.

Un programma, esteso su scala provinciale, che ha sempre riscosso un enorme gradimento tra i bambini che hanno partecipato, che negli anni scorsi si sono divertiti imparando, fra tele stampate, cioccolato, ceramica e pane.

L’edizione forlivese 2013 coinvolgerà circa 3.000 bambini e 92 classi (dalla prima alla quinta) delle scuole primarie del capoluogo.

Due le novità del programma 2013: il laboratorio di mosaico e quello dedicato al riciclo e al ri-utilizzo creativo, che spazierà dall’ambito storico-archeologico alla possibilità di realizzare un piccolo orto da portare nel balcone di casa.

Confermato, dopo il successo dell’anno scorso, il laboratorio “Energia: risparmio e uso consapevole”, che si concentrerà sull’uso consapevole di acqua, terra, sole e aria e sarà dedicato alla memoria di Renzo Sangiorgi, segretario provinciale e nazionale di CNA Installazione e Impianti prematuramente scomparso.

Per toccare con mano il significato del valore del risparmio di energia, saranno portate in classe due biciclette a misura di bambino collegate ad un pannello dove i bambini potranno visualizzare l’energia che andranno a produrre pedalando.

In tal modo, impareranno a riconoscere i diversi consumi, utilizzando tre tipi di lampade (alogena, fluorescente, LED) della stessa intensità luminosa. Un modo originale per invitare alla riflessione sugli sprechi e sui consumi consapevoli di energia. Altri laboratori puntano a coltivare la manualità e l’estro artistico dei bambini, che realizzeranno piccoli oggetti in terracotta o stampa a ruggine.

Gettonatissimi infine i laboratori di ambito alimentare: quello che racconta – grazie alla visita ad un’importante azienda del settore – il processo di lavorazione che dalla spiga di grano porta alla farina e quindi al pane. O quello che, con la visita a uno dei più importanti caseifici della nostra provincia, mostra i processi di lavorazione del latte e la produzione del formaggio.

Link utili

Azioni sul documento
Pubblicato il 14/03/2013 — ultima modifica 14/03/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it