sabato 20.01.2018
caricamento meteo
Sections

Il contrasto alla ludopatia parte dalle scuole con il progetto "Azzardo: se questo è un gioco"

Sarà presentato il 30 maggio a Casalecchio di Reno, Bologna, al convegno "Smetto quando voglio: l'illusione e le regole del gioco"

La lotta contro il gioco d’azzardo passa anche attraverso l’informazione e la prevenzione nelle scuole.

Lunedì 30 maggio dalle 9 alle 17, nella Sala Consiliare del Municipio di Casalecchio di Reno (Bologna), si svolgerà il convegno “Smetto quandovoglio. L’illusione e le regole del gioco” che mira a contrastare il fenomeno del gioco d'azzardo patologico. L’iniziativa è promossa dal Comune di Casalecchio di Reno e da Avviso Pubblico (associazione di Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie).

Una parte del convegno sarà dedicata alla “Scuola come luogo di contrasto al gioco d’azzardo” con la presentazione del progetto “Azzardo: se questo è un gioco” e la proiezione dei video premiati nell’ambito del concorso “Ragazzi in gioco”, lanciato nei mesi scorsi da Avviso Pubblico e rivolto alle scuole secondarie di I e II grado, con l’obiettivo di sollecitare una riflessione sul fenomeno del gioco d’azzardo patologico attraverso la realizzazione di cortometraggi sul tema.

Il progetto “Azzardo: se questo è un gioco” ha preso il via il 22 febbraio ed è coordinato da Ausl e dal Comune di Casalecchio e Asc Insieme (Azienda Servizi alla cittadinanza), attraverso la rete LInFA (Luogo per l’Infanzia, le Famiglie, l’Adolescenza). che coinvolge tre istituti secondari di secondo grado di Casalecchio (I.T.C.S. G. Salvemini, I.I.S. Bartolomeo Scappi, Liceo L. Da Vinci) e uno di Sasso Marconi (Istituto Professionale B. Ferrarini).  Ha come obiettivo la prevenzione e il contrasto al gioco d'azzardo "malato" fin dall’adolescenza ed è rivolto a tutti gli Istituti secondari di secondo grado del territorio.

Per l'anno 2015/16 partecipano, in particolare, il Liceo Scientifico Leonardo Da Vinci e l'Istituto Alberghiero Scappi. Sono in programma interventi formativi per i docenti, percorsi di “educazione tra pari” e attività, soprattutto nelle classi prime, seconde e terze.

L’adolescenza – infatti - è stata individuata dal Comune di Casalecchio come un’età a rischio di dipendenza dal gioco d’azzardo, in quanto destabilizzante e a volte accompagnata dalla ricerca, da parte dei ragazzi e delle ragazze, di sensazioni forti e trasgressive per marcare in modo molto visibile la propria identità in formazione. Giocare d’azzardo, così, diventa spesso un modo di mettersi alla prova e sfidare le regole del mondo degli adulti. Con le slot machine e i videopoker, molti adolescenti sviluppano un comportamento dipendente che si può legare anche all’uso di alcol e sostanze stupefacenti, sfiorando il mondo della criminalità e dell’illegalità.

Il convegno  “Smetto quando voglio. L’illusione e le regole del gioco” prevede molti contributi sul tema del gioco d’azzardo da parte di amministratori locali, regionali e nazionali.

Tra loro anche i parlamentari emiliano-romagnoli Marilena Fabbri (membro intergruppo Camera-Senato sul gioco d'azzardo) e Stefano Vaccari (Commissione parlamentare d'inchiesta sul fenomeno delle mafie) e il Sottosegretario del Ministero delle Finanze, con delega al gioco d'azzardo, Pierpaolo Baretta.

Interverrà anche l’associazione “Avviso pubblico”, in particolare il suo presidente Roberto Montà, e i segretari provinciali delle sigle confederali Maurizio Lunghi (Cgil); Alessandro Alberani (Cisl) e Giuliano Zignani (Uil).

 

Informazioni e iscrizioni

Per maggiori informazioni contattare Avviso Pubblico al numero 342 6284941 o inviare una mail a: organizzazione@avvisopubblico.it

Per iscriversi al convegno clicca qui.

 

Per saperne di più

Azioni sul documento
Pubblicato il 26/05/2016 — ultima modifica 27/05/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it