giovedì 18.01.2018
caricamento meteo
Sections

Io non tremo!...Seguo il riccio!

Mostra multimediale permanente con pannelli, filmati, attività di laboratorio e fotografie sul fenomeno del terremoto, all'Istituto Aldini Valeriani di Bologna

L'Associazione di promozione sociale "Io non tremo!", con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna e con la supervisione del Comitato tecnico scientifico per la materia sismica istituito dalla Regione, ha allestito a Bologna, all'Istituto Aldini Valeriani, la mostra permanente multimediale "Io non tremo!...seguo il riccio".

La mostra nasce con l'obiettivo di far conoscere da vicino il fenomeno del terremoto (cause, effetti) e acquisire consapevolezza del concetto di rischio sismico in relazione alla qualità degli insediamenti e delle costruzioni, imparare a convivere con un fenomeno che tanti danni può causare se non si è preparati ad affrontarlo.

L'iniziativa vuole avere carattere permanente, nell'intento di funzionare come "piazza" per conoscere, dibattere, condividere, approfondire, sperimentare e fare domande.

La mostra

La mostra permanente multimediale si sviluppa attraverso pannelli, forniti in gran parte dall'Associazione di Promozione Sociale "Io non tremo!", e attraverso filmati.

Il contenuto dei pannelli corrisponde in larga misura a quello utilizzato per le due iniziative rivolte alla cittadinanza, intitolate "Io non tremo!", svoltesi a Rimini (dal 7 al 21 maggio 2011) e a Pesaro (dal 5 al 19 maggio 2012), organizzate dagli Ordini degli Ingegneri delle due province, ed è articolato nei seguenti capitoli:

  1. Il cammino dell'uomo tra mito e scienza
  2. Natura dei terremoti
    Appendice cap. 2: animazione CNR 1984
  3. Cenni di dinamica delle strutture
    Appendice cap. 3: Tavola vibrante...per una iniziale informazione didattica
  4. Gli effetti del sisma sugli edifici
    Appendicecap. 4: sequenza di immagini per il terremoto in Abruzzo del 2009
  5. I grandi terremoti nella storia
  6. Gli effetti sismici storici per Rimini e Pesaro
    Appendice cap. 6: Accanto alla "storia sismica" quale "storia amministrativa"?
  7. Rimini-Pesaro Storia sismica e storia amministrativa

La visita della mostra ha inizio con alcuni elementari esperimenti di fisica, continua con la presentazione dei vari pannelli e dei filmati e si conclude con una attività di laboratorio, svolta con tavola vibrante e relativi modelli strutturali, per consentire una comprensione diretta di contenuti tecnici, anche "complessi", sui comportamenti degli edifici sottoposti ad azione sismica.

I filmati in mostra

Il primo filmato ripercorre i centocinquanta anni dell'Unità d'Italia attraverso le principali catastrofi che hanno coinvolto diverse aree del Paese; mentre il secondo riporta le testimonianze di persone anziane che vissero da bambini, a Pesaro e a Fano, gli effetti del terremoto di Senigallia del 30 ottobre 1930, uno dei terremoti importanti con effetti sugli insediamenti costieri dell'Alto Adriatico.

Il terzo e il quarto filmato riguardano alcune nozioni di base sulle vulnerabilità sismiche delle costruzioni e sui comportamenti da tenere in caso di eventi sismici, mentre il quinto è un breve documentario tratto da video interviste, girate pochi giorni dopo le scosse forti del 29 maggio 2012, sulle condizioni di lavoro e di vita delle donne occupate nel distretto della meccanica modenese.

Nella pagina relativa alla Web Tv dell'Istituto Aldini Valeriani Sirani di Bologna, è visibile un servizio relativo alla mostra "IO NON TREMO! ...seguo il riccio!".

I terremoti di maggio-giugno 2012 in Emilia-Romagna

È stata infine allestita una sequenza d'immagini sui gravi danni, causati dai forti terremoti di maggio-giugno 2012, in alcuni comuni dell'area epicentrale della pianura padana emiliana, cui fanno da cornice nuovi pannelli relativi sia alla sequenza sismica dal 20 maggio al 20 luglio 2012 e sia alla sismicità storica dei territori dell'Emilia-Romagna.

Si tratta di spunti aggiuntivi che sottolineano un concetto di "mostra aperta", suscettibile cioè - proprio in virtù del suo carattere permanente - di possibili modifiche e integrazioni anche nel corso dei prossimi mesi.

Informazioni e prenotazioni:
La visita guidata alla mostra è gratuita, previa prenotazione: per le classi di scuole superiori di 1° e 2° grado e per la cittadinanza. Info: ionontremo@iav.it

Link utili

Azioni sul documento
Pubblicato il 02/04/2013 — ultima modifica 09/04/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it