mercoledì 29.06.2016
caricamento meteo
Sections

Borse di studio 2015/2016: stabiliti criteri e requisiti

Le agevolazioni sono rivolte agli studenti delle prime due classi delle scuole secondarie di II grado e del 2° anno dell'IeFP. Domande entro il 4 marzo 2016.

La Giunta Regionale, con la Deliberazione n. 2009 del 10 dicembre 2015, ha stabilito i criteri per l'individuazione dei beneficiari, le modalità di presentazione delle domande e i requisiti economici e di merito per la concessione delle borse di studio per l’anno scolastico 2015/2016.

Per ridurre il rischio di abbandono scolastico e per favorire l’assolvimento dell’obbligo di istruzione e del diritto-dovere all’istruzione e formazione, la Giunta Regionale intende concentrare le risorse (anche quest’anno solo regionali) a favore degli studenti che frequentano le prime due classi delle scuole secondarie di secondo grado e il secondo anno dell’IeFP presso un organismo di formazione professionale accreditato per l’obbligo d’istruzione che opera nel Sistema regionale IeFP.

In sintesi i punti principali.

Chi ne ha diritto

Le borse di studio sono destinate agli studenti frequentanti le prime due classi delle scuole secondarie di secondo grado del sistema nazionale di istruzione e del secondo anno dell’IeFP presso un organismo di formazione professionale accreditato per l’obbligo d’istruzione del Sistema regionale IeFP, residenti in Emilia-Romagna, in possesso dei sottoindicati requisiti economici della famiglia di appartenenza e che risultino aver completato l’anno scolastico o formativo in corso (2015/16).

Per l’anno scolastico 2015-2016, i richiedenti devono possedere un valore ISE (Indicatore della Situazione Economica) della famiglia di appartenenza non superiore a 21.691,19 euro per un nucleo familiare di tre componenti. Pertanto l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE), del richiedente, ai sensi della normativa vigente in materia di ISEE (D.P.C.M. 5 dicembre 2013, n. 159 e D.M. 7 novembre 2014), non potrà essere superiore a 10.632,94 euroL'attestazione ISEE dovrà essere rilasciata dal 15 gennaio 2016.

Gli studenti immigrati privi di residenza si considerano residenti nel Comune in cui sono domiciliati.

L’erogazione della borsa di studio avverrà dopo la verifica del completamento da parte dello studente dell'anno scolastico o formativo in corso, che verrà certificato dalla scuola di appartenenza o dall’organismo di formazione professionale accreditato per l’obbligo d’istruzione che opera nel Sistema regionale IeFP.

Modalità di presentazione delle domande

Le domande possono essere presentate dal 27 gennaio 2016 al 4 marzo 2016 alla Città Metropolitana di Bologna o all'Amministrazione Provinciale di residenza dello studente oppure alla segreteria dell'Istituto scolastico/Organismo di formazione frequentato dallo studente.

A partire da tale data, si potranno consultare i vari bandi nei siti web della Città Metropolitana di Bologna e delle Province della nostra regione: l'invito è quello di attivarsi tempestivamente presso gli Enti preposti per il rilascio dell'attestazione ISEE che decorra dal 15 gennaio 2016, in quanto quella attualmente in possesso è scaduta il 15 gennaio 2016.

Le Province/Città Metropolitana di Bologna predisporranno i Bandi contenenti le modalità e i requisiti per richiedere le borse di studio, le indicazioni utili per ottenere la certificazione ISEE e per reperire la modulistica da utilizzare per presentare la domanda di borsa di studio. In fondo sono riportati i link ai siti provinciali sui quali è possibile scaricare il modulo di domanda.

Le Province possono avvalersi della collaborazione delle scuole o degli organismi di formazione professionale accreditati per l’obbligo d’istruzione che operano nel Sistema regionale IeFP per la distribuzione della modulistica e per la raccolta delle domande.

Indicazioni sulla normativa ISEE

L'ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente) è lo strumento di valutazione, attraverso criteri unificati, della situazione economica di coloro che richiedono prestazioni sociali agevolate.

Il  D.P.C.M. 5 dicembre 2013, n. 159 affianca all'ISEE ordinario o standard ulteriori ISEE da utilizzarsi per la richiesta alcune tipologie di prestazioni e in presenza di determinate caratteristiche del nucleo familiare, in particolare per le prestazioni agevolate rivolte ai minorenni in presenza di genitori non conviventi (art. 7). L'ISEE ordinario inoltre può essere sostituito dall'ISEE Corrente (con validità due mesi) calcolato in seguito a significative variazioni reddituali conseguenti a variazioni della situazione lavorativa di almeno un componente del nucleo (art . 9).

Al momento della richiesta viene rilasciata la ricevuta attestante la presentazione della DSU con l’indicazione delle modalità di ritiro dell’Attestazione ISEE (presso INPS, CAF o Comune oppure direttamente all’indirizzo di posta elettronica certificata, indicato dallo studente richiedente).

Solo l’Attestazione ISEE, con riportato il numero di protocollo della DSU attribuito da INPS conterrà il calcolo dell’ISEE e sarà disponibile circa 15 giorni dopo la richiesta.

Qualora non sia ancora disponibile l'attestazione riportante l'ISEE, può essere comunque presentata la domanda di borsa di studio allegando copia delle ricevuta di presentazione della DSU. In questo caso la Provincia/Città Metropolitana di Bologna potrà acquisire successivamente l'attestazione o, qualora vi siano impedimenti, richiederla al dichiarante.

Si invitano i richiedenti a rivolgersi al più presto ai soggetti autorizzati al rilascio dell'ISEE (CAF, sedi INPS, ecc.) per ottenere l'attestazione ISEE definitiva che decorra dal 15 gennaio 2016, in quanto quella attualmente in possesso è scaduta il 15 gennaio 2016.

Importo delle borse di studio

L'importo unitario delle borse di studio verrà determinato a consuntivo sulla base del rapporto tra il numero complessivo delle domande ammissibili e delle risorse disponibili, nell’intento di soddisfare integralmente tutte le domande ammissibili.

Pur non essendo il merito una condizione di partecipazione, l’aver conseguito nell’anno scolastico precedentemente frequentato (2014/15) la media dei voti pari o superiore al 7 dà diritto ad una borsa di studio di importo maggiorato del 25% rispetto a chi non ha conseguito tale media.

Per gli studenti in situazione di handicap certificato ai sensi della normativa vigente, si prescinde dal requisito del merito: questi studenti avranno comunque diritto alla borsa di studio di importo più elevato, ferma restando la condizione di aver completato l’anno scolastico o formativo.

 

Per saperne di più

 

Azioni
Azioni sul documento
Pubblicato il 22/01/2016 — ultima modifica 27/01/2016
< archiviato sotto: >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it