domenica 23.04.2017
caricamento meteo
Sections

Stanziati 120 milioni per la cittadinanza globale

I fondi sono messi a disposizione dal sesto dei dieci bandi PON del Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca

Il sesto bando PON dei dieci messi a disposizione dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, ammonta a centoventi milioni di euro per progetti di potenziamento delle competenze di cittadinanza globale che promuovano attività afferenti alle seguenti cinque aree tematiche:

  1. educazione alimentare, cibo e territorio: gli obiettivi formativi riguardano l’educazione alimentare attiva e consapevole, con particolare riferimento al rapporto tra cibo e territorio, al cibo come strumento di conoscenza e integrazione culturale. I percorsi da sviluppare devono essere indirizzati alla trattazione dell’alimentazione in termini di sostenibilità economica, ecologica e sociale. I progetti presentati dovranno quindi essere dedicati a iniziative come gli orti scolastici o urbani, la progettazione di nuovi processi di approvvigionamento e gestione del cibo da parte delle scuole, la riduzione degli sprechi alimentari e la conoscenza della filiera alimentare;
  2. benessere, corretti stili di vita, educazione motoria e sport: gli obiettivi formativi riguardano la promozione del benessere delle studentesse e degli studenti attraverso la diffusione di corretti stili di vita e abitudini positive, la diffusione dell’educazione ludico-motoria e dell’educazione motoria per tutte e per tutti, come elemento di benessere fisico, psichico e come strumento di inclusione, crescita personale e relazionale. I percorsi da sviluppare devono essere indirizzati alla crescita del benessere individuale delle studentesse e degli studenti e al potenziamento delle loro capacità relazionali;
  3. educazione ambientale: gli obiettivi perseguiti dalle attività di quest'area riguardano la formazione di cittadini consapevoli, responsabili e attivamente protagonisti delle sfide ambientali, informati sui contenuti degli accordi internazionali sul cambiamento climatico (ad esempio l’Agenda Globale ONU 2030 e l’Accordo di Parigi sul clima del 2015), attenti ai comportamenti virtuosi e a conoscenza delle caratteristiche dei territori in cui vivono. Le studentesse e gli studenti potranno partecipare alla progettazione di pratiche di riduzione degli sprechi, di riciclo e riuso; scrivere e realizzare progetti per la mobilità sostenibile e per la adozione/cura/gestione di aree verdi, parchi e spazi urbani;
  4. cittadinanza economica:i progetti inseriti in quest'area saranno volti a rafforzare l’alfabetizzazione economica e finanziaria, con un’attenzione a una definizione più inclusiva ed etica dell’economia. Si punterà inoltre all’educazione al consumo, alle relazioni tra crescita economica-benessere-sviluppo economico; alla conoscenza degli strumenti finanziari; alla prevenzione dei rischi; alla conoscenza delle istituzioni finanziarie e alla regolamentazione dei mercati finanziari;
  5. civismo, rispetto delle diversità e cittadinanza attiva:la Costituzione, il concetto di sussidiarietà, beni pubblici e beni comuni, la democrazia, la cittadinanza attiva e la partecipazione saranno i temi centrali delle attività inserite in quest'area, che potranno riguardare la costruzione di un bilancio, la progettazione partecipata di spazi scolastici, percorsi di amministrazione condivisa e di cittadinanza attiva nei contesti locali.

Ciascuna scuola potrà ricevere fino a un massimo di 30 mila euro per moduli da 30 o 60 ore dedicate alle competenze di cittadinanza globale.

I progetti potranno essere presentati dalle ore 10 del 28 marzo alle ore 15 del 22 maggio 2017.

 

Per saperne di più

Azioni sul documento
Pubblicato il 24/03/2017 — ultima modifica 24/03/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it