Educazione ambientale, attivo il Programma Infeas 2020-2022

Approvata dall'Assemblea legislativa l'iniziativa dedicata a economia circolare e sostenibilità rivolta ai ragazzi delle scuole e alle comunità

Incontri, campagne di comunicazione, giochi e laboratori di educazione ambientale rivolti ai ragazzi delle scuole e alle comunità, per riflettere insieme su mobilità e agricoltura sostenibile, economia circolare, cambiamento climatico e altri temi di attualità. Dopo un bilancio positivo dell’edizione 2017-19, coordinata da Arpae e realizzata in collaborazione con la Rete dei 38 Centri di educazione sul territorio, il Programma di educazione ambientale - Infeas per il triennio 2020-22, proposto dalla Giunta regionale, è stato approvato lunedì 1 ottobre 2019 dall’Assemblea legislativa.

I temi

Tra i temi che saranno sviluppati nel prossimo triennio, la gestione sostenibile delle risorse (suolo, acqua, aria, agroambiente, alimentazione, spreco, turismo, mare e plasticfree), i paesaggi umani, gli ecosistemi, la mitigazione e l’adattamento al cambiamento climatico (biodiversità, inclusione, pari opportunità, differenze, legalità, intercultura, territorio, paesaggio e pace), ambiente e benessere (infanzia e natura, comunità, città sane, salute, mobilità sostenibile, prevenzione del rischio), resilienza e sostenibilità urbana (cambiamento climatico, adattamento e mitigazione, infrastrutture verdi, servizi ecosistemici, spazi pubblici, beni comuni, vivibilità, cittadinanza attiva, smart city), economia circolare e green economy (imprese sostenibili, consumi responsabili, energia, secondavita, innovazione, acquisti verdi, green job ed ecomanagement).

Il commento

“L’educazione è uno strumento fondamentale su cui fare leva per diffondere nuovi comportamenti e stili di vita - ha dichiarato l’assessore regionale all’Ambiente, Paola Gazzolo -. Il programma Infeas 2020/2022 interpreta e sostiene la strategia regionale di sostenibilità contenuta nell’Agenda 2030 promuovendo comportamenti diffusi e coinvolgendo organizzazioni, scuole, cittadinanza. I percorsi proposti rientrano in un quadro di attività trasversali alle quali stiamo lavorando con continuità, qualità e impegno convinti che rappresentino un tassello importante della strategia messa in campo dalla Regione per una svolta sempre più green e sostenibile”.

I numeri del programma 2017-2019

Il precedente Programma di educazione ambientale 2017-2019 ha registrato numeri significativi: 159 mila studenti per quasi 500 istituti scolastici, 300 eventi sul territorio con la partecipazione di imprese, associazionismo, istituzioni, per 18 progetti su cittadinanza attiva, economia circolare e riuso, educazione su alimentazione, energia, mobilità, tutela dell’ambiente e degli ecosistemi. 

I finanziamenti

Finanziato con un milione e 78mila euro, il programma è attivo da Piacenza a Rimini attraverso i 38 Centri di educazione alla sostenibilità coordinati da Arpae. Nel 2019, i progetti realizzati dai Centri sono stati sostenuti con 302mila euro, mentre 70mila sono stati impiegati da Arpae per azioni dirette, inclusi i contributi derivati dal progetto europeo AdriAdapt.
Nel 2018 308mila euro sono andati ai Centri per progetti educativi e 36 mila euro sono stati impegnati da Arpae per azioni dirette.
Nel 2017 i Centri sono stati finanziati con 329mila euro, mentre 30mila euro sono stati impiegati per le azioni di supporto alla rete attivati direttamente dal Centro per l’Educazione alla sostenibilità di Arpae.

Guarda il video con i progetti 2017-2019

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/10/02 13:12:00 GMT+2 ultima modifica 2019-10-17T11:48:20+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina