mercoledì 25.04.2018
caricamento meteo
Sections

Dalla Regione 225 mila euro per progetti sul diritto allo studio

La Giunta regionale ha approvato l'Invito a presentare progetti per interventi di rilevanza regionale per favorire il diritto all'istruzione e il successo formativo. Invio entro il 21 febbraio 2012

Rendere effettivo il diritto di tutti ad accedere a tutti i gradi dell'istruzione e contrastare l'abbandono scolastico, attraverso l'arricchimento e la riqualificazione dell'offerta formativa.

Queste le finalità che la Giunta Regionale individua nella Delibera di approvazione dell'invito a presentare progetti per interventi di rilevanza regionale (DGR 61/2012), previsti dall'art. 7, comma 2 della Legge Regionale 26/2001, che stabilisce linee, criteri e modalità per la concessione di finanziamenti alle Scuole Secondarie di I° grado, Istituti comprensivi e soggetti senza fini di lucro.

Presentazione dei progetti entro il 21 febbraio 2012.

AREE DI INTERVENTO

Per l'anno 2012 sono individuate le seguenti finalità specifiche e aree di intervento:

Linea 1 - progetti per la promozione del successo formativo degli studenti frequentanti la scuola secondaria di primo grado e che si trovano in ritardo nel proprio percorso di studi e a forte rischio di abbandono.

Linea 2 - progetti finalizzati a qualificare il contesto educativo, sociale e culturale:

2.1 - Consolidamento di buone prassi già sperimentate per la successiva documentazione e diffusione con particolare attenzione alla cultura umanistica;

2.2 - azioni innovative volte a documentare e diffondere la cultura del lavoro attraverso tecnologie multimediali interattive;

2.3 - azioni per valorizzare l'offerta educativa e sostenerne la qualità nelle scuole di montagna

QUALI SOGGETTI POSSONO PARTECIPARE

Linea 1 - Scuole secondarie di I° grado, nonché gli istituti comprensivi, appartenenti al sistema nazionale di istruzione come definito dall’art. 1 della Legge 62/2000;

Linea 2 -  soggetti senza fini di lucro che abbiano fra le proprie finalità il miglioramento dei contesti educativi e la promozione della cultura nelle sue diverse accezioni e che abbiano esperienza pregressa nella realizzazione di progetti analoghi a quelli candidati maturata anche in altri contesti territoriali.

Per la sola linea 2.3 potranno candidare progetti anche le scuole secondarie di I° grado, nonché gli Istituti comprensivi, appartenenti al sistema nazionale di istruzione come definito dall’art. 1 della L.62/2000. Ogni soggetto non potrà presentare più di un progetto. Ogni progetto potrà usufruire di un solo finanziamento regionale.

RISORSE FINANZIARIE

Le risorse regionali destinate al finanziamento dei progetti sono euro 225.000,00.

PRESENTAZIONE DEI PROGETTI

I progetti, corredati dalla relativa richiesta di finanziamento in regola con le vigenti norme sul bollo, se dovuto, e redatti sulla modulistica allegata, sottoscritti dal legale rappresentante del soggetto richiedente, dovranno pervenire a:

Servizio Istruzione e Integrazione fra i Sistemi formativi
Viale Aldo Moro n. 38
40127 - Bologna

entro il termine perentorio del 21 febbraio 2012, tramite una delle seguenti modalità:

 

  • Informazioni:

Regione Emilia-Romagna
Servizio Istruzione e Integrazione fra i Sistemi formativi
Sandra Poluzzi
E-mail: spoluzzi@regione.emilia-romagna.it
Maura Serrazanetti
E-mail: mserrazanetti@regione.emilia-romagna.it

 

  • Documentazione:

DGR n. 61/2012
Invito a presentare progetti per interventi di rilevanza regionale (ex art.7c.2 LR 26/01)

Azioni sul documento
Pubblicato il 11/08/2012 — ultima modifica 16/05/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it