giovedì 18.01.2018
caricamento meteo
Sections

Frutta nelle scuole, oltre 50 mila gli alunni coinvolti

Il programma di educazione alimentare sostenuto dalla Regione ha coinvolto nell'anno 2011/2012 i bambini di oltre 250 scuole primarie del territorio. Le attività didattiche, partite nel mese di novembre, riprenderanno dopo la pausa estiva

Arance, clementine, mandarini, kaki, mele, pere, nettarine, susine, carote e tanta altra frutta e verdura, fresche di stagione, per una salutare merenda ricca di vitamine, al posto degli ipercalorici snack confezionati.

Si è svolto anche quest’anno Frutta nelle scuole, il programma di educazione alimentare per gli alunni della scuola primaria, promosso dall'Unione Europea e dal Ministero delle Politiche Agricole in collaborazione con le Regioni.

In Emilia-Romagna l’iniziativa, che è ormai giunta alla terza edizione e che è stata presentata oggi a Bologna coinvolge 50.792 ragazzi di 278 scuole elementari, per un totale di 343.300 chilogrammi di frutta distribuita, accompagnata da 376 iniziative didattiche, in tutte le province.

”Frutta nelle scuole – ha commentato l’assessore regionale all’agricoltura Tiberio Rabboni - è in assoluto il più importante programma di educazione alimentare rivolto a giovani e giovanissimi in Italia ed in Europa. La sua realizzazione lascerà certamente un segno durevole nei comportamenti alimentari quotidiani dei ragazzi e delle loro famiglie e uno stimolo a considerare stili di vita maggiormente equilibrati e corretti. La Regione lo sostiene con determinazione, sia per il suo alto valore educativo sia per il contributo che da esso potrà venire ad un aumento stabile dei consumi nazionali di ortofrutta, in sensibile calo nell'ultimo decennio”.

“L’Emilia-Romagna – ha aggiunto Rabboni - è una delle regioni italiane leader nella produzione di ortofrutta, non a caso molte imprese fornitrici, vincitrici dei bandi nazionali, del programma “Frutta nelle Scuole” sono aziende emiliano-romagnole. Una conferma della qualità dei nostri prodotti e della capacità organizzativa delle nostre imprese”.

Partito nel mese di novembre, “Frutta nelle scuole” riprenderà anche dopo la pausa estiva, accompagnata da iniziative educative e di sensibilizzazione affidate ad Alimos. In questo anno scolastico sono state realizzate: 27 giornate a tema realizzate a scuola con la presenza di animatori; 83 visite in fattorie didattiche, per offrire ai bambini la possibilità di interagire direttamente col mondo agricolo; 266 orti e laboratori didattici, attraverso il kit Ortolando, un piccolo e completo laboratorio di agronomia che Alimos ha ideato e inviato alle scuole.

La distribuzione nelle scuole delle merende (33 porzioni per ogni alunno nel corso dell’anno scolastico) è realizzata in Emilia-Romagna da Apofruit Italia che utilizza giornalmente 9 furgoncini refrigerati che partono dalle piattaforme di Pievesestina (FC), Altedo (BO) e Vignola (MO). Per assistere il personale scolastico nella distribuzione e realizzare le spremute di arance, inoltre, sono impegnati più di 230 ragazzi residenti in Emilia-Romagna.

“E’ con profonda soddisfazione che rileviamo una grande partecipazione e interesse da parte delle scuole emiliano romagnole – ha commentato il direttore di Apofruit Italia, Mario Tamanti - il progetto, seppur molto impegnativo nella sua realizzazione e gestione logistica, ci consente di prendere parte ad un grande progetto finanziato con risorse del settore agricolo e di valorizzare i prodotti ortofrutticoli coltivati dagli agricoltori italiani coinvolgendo tanti ragazzi con l’obiettivo di favorire una sana e migliore alimentazione".

Il progetto Frutta nelle Scuole coinvolge tutte le Regioni italiane e vede la partecipazione di numerose imprese ortofrutticole emiliano-romagnole. Degli otto bandi nazionali per la fornitura di frutta, ben sei sono state vinti da raggruppamenti di imprese che fanno capo a Organizzazioni di produttori emiliano-romagnoli.

Azioni sul documento
Pubblicato il 07/06/2012 — ultima modifica 16/05/2016
< archiviato sotto: , >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it