domenica 22.04.2018
caricamento meteo
Sections

Il terremoto in Emilia e i diritti dei bambini

L'Istituto di ricerca e formazione per i servizi sociali e sanitari ha presentato una ricerca sull'impatto del sisma sui diritti dei bambini. Il ritorno sui banchi di scuola, le attività ludico-ricreative e l'ambiente sociale post-terremoto sono alcuni dei temi approfonditi nella ricerca

Il terremoto del 20 e 29 maggio 2012 ha avuto impatti devastanti in una vasta zona del territorio emiliano. L'IRESS, Istituto Regionale emiliano-romagnolo per i Servizi Sociali e Sanitari, ha presentato una ricerca sull'impatto dell'evento sismico sul rispetto dei diritti dei minori.

L'indagine, effettuata nel periodo compreso tra luglio e ottobre 2012, ha cercato di rispondere alle seguenti domande: Quali diritti di bambini e adolescenti sono a rischio? Quanto il terremoto mette a rischio i percorsi di garanzia di diritti di bambini e adolescenti disabili, di alunni immigrati, di famiglie problematiche?

In particolare, la ricerca ha approfondito tre tematiche:

  • la scuola: tempi e modalità di avvio del nuovo anno scolastico
  • il benessere: offerta di attività extrascolastiche e ludico-ricreative utili anche a elaborare il trauma del terremoto
  • l’ambiente sociale sicuro: modalità di convivenza all’interno dei campi di accoglienza e in particolare ai potenziali rischi di maltrattamenti conseguenti a condizioni di vita difficili

Il rapporto è stato presentato durante un convegno patrocinato dalla Regione Emilia-Romagna, organizzato dal Garante per i diritti dell'Infanzia e l'adolescenza della Regione Emilia-Romagna e da Save the Children, lo scorso 28 novembre. I lavori sono stati aperti dall'assessore alle politiche sociali della Regione Emilia-Romagna Teresa Marzocchi.

Uno dei temi principali analizzati dal rapporto Iress-Save the Children, è quello relativo alla scuola, cioè il garantire il diritto all'istruzione anche in situazioni di emergenza Una priorità individuata da subito dalla Regione e dai Sindaci del cratere.

Azioni sul documento
Pubblicato il 06/12/2012 — ultima modifica 08/05/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it