lunedì 23.04.2018
caricamento meteo
Sections

Premio della Gioventù 2013

Musica veicolo di integrazione fra le culture. Concorso Europeo della Fondazione Assiana del Premio della Gioventù rivolto a tutti gli studenti residenti in Assia e nelle regioni partner, tra le quali Emilia-Romagna, di età compresa tra 12 e 23 anni. Consegna elaborati entro l'8 marzo 2013

Il Concorso per il Premio della Gioventù, Patrocinato dalla Regione Emilia-Romagna, Land Hessen e dalla Regione Wielkopolska, è rivolto soprattutto a chi, nelle scuole dell’Emilia-Romagna e Wielkopolska sceglie di studiare la lingua tedesca, che è la lingua utilizzata nei giorni di incontro per la premiazione.

I vincitori del Premio della Gioventù per l’anno 2012 (1° premio a pari merito) sono una classe del Liceo L. Galvani di Bologna in Emilia-Romagna, una classe dell’Assia e una classe della Wielkopolska.

“Premio della Gioventù” è una fondazione autonoma di pubblica utilità, fondata nel 1991 dall’Accademia assiana per la ricerca e la pianificazione nel territorio rurale, con il fine di motivare i giovani alle attività di relazione con il loro ambiente e di promuovere il loro impegno verso il territorio. Dal 1992 ad oggi il Premio della Gioventù ha coinvolto dapprima l’Assia e la provincia di Schmalkalden-Meiningen (Turingia), legate dalle stesse radici storiche. Successivamente, a partire dal 2005, sono state coinvolte anche le regioni partner europee Emilia-Romagna e Wielkopolska.

L'edizione 2013 del concorso

Quest’anno il Concorso della Fondazione Assiana del Premio della Gioventù è dedicato al tema della musica come scambio e integrazione fra le culture.

Il tema può essere affrontato attraverso aspetti e modi diversi, ad esempio:

  • Cosa significa la musica per i giovani?
  • La musica tra divertimento e impegno.
  • Musica tra tradizione e modernità.
  • Quale spazio occupa la musica nel tuo quotidiano.
  • I luoghi della musica.

Tema: la musica come veicolo di integrazione fra le culture

La musica accompagna la nostra vita in molte situazioni: la ascoltiamo da soli o assieme agli amici, la suoniamo. Assistiamo ai concerti di musica classica, pop, jazz e dei tanti generi in cui di declina la musica contemporanea.
La musica si studia e si suona in luoghi diversi: nei concerti, nelle scuole, nelle sale da ballo, nelle sale di attesa, nelle chiese, nei garage. Inoltre non è indispensabile suonare uno strumento, qualsiasi oggetto può essere utilizzato per creare un ritmo, una melodia, semplicemente seguendo la nostra fantasia.
Se ne parla tra amici e se ne discute tra studiosi; chi fa musica diventa un ambasciatore della propria cultura, come fu per Giuseppe Verdi, di cui nel 2013 si festeggia il bicentenario della nascita e le cui musiche vengono suonate, ascoltate e studiate in tutto il mondo.
La musica contribuisce a creare l’identità di una comunità e diventa così qualcosa di familiare, in grado di favorire il rapporto con gli altri.
Saranno premiati i progetti finalizzati a sensibilizzare i giovani sul ruolo della musica come strumento di comunicazione fra le persone, di costruzione dell’identità personale e collettiva e come momento di aggregazione e integrazione. Particolare interesse sarà rivolto agli elaborati che coinvolgano più persone e siano trasferibili in contesti diversi. In quale forma si può realizzare il progetto?

E’ possibile presentare qualsiasi forma di documentazione sul tema, ad esempio:

  • contributi musicali
  • lavori scritti, graphic novels (romanzi a fumetti),(formato massimo A3, preferibilmente A4)
  • elaborati grafici (formato massimo A3, preferibilmente A4)
  • foto, riprese video/filmati su CD e DVD (massimo 30 minuti con breve descrizione scritta) in formati dati universalmente leggibili – radiodrammi

I lavori non scritti devono comunque essere accompagnati da un testo esplicativo.
Gli elaborati devono essere redatti in italiano e in tedesco. Il concorso promuove la conoscenza della cultura e la diffusione dello studio della lingua tedesca.

Il lavoro presentato non dovrà essere stato pubblicato in precedenza e diventerà di proprietà della JugendpreisStiftung. Con l’assegnazione del premio i diritti relativi alla prima stampa del lavoro, come anche il diritto alla documentazione del lavoro premiato sul sito della Fondazione vengono trasferiti alla Jugendpreisstiftung. Ogni successiva pubblicazione dovrà essere autorizzata dalla stessa.

Possono partecipare:

Studenti iscritti a scuole ed università, di età compresa tra i 12 e i 23 anni, residenti in Assia, nella provincia di Schmalkalden-Meiningen (Turingia) o nelle regioni partner: Emilia-Romagna (Italia) e Wielkopolska (Polonia).

Sono esclusi gli studenti vincitori delle precedenti edizioni. Sono in palio premi in denaro per un ammontare complessivo di 5.000 €. I vincitori riceveranno un attestato da parte degli enti patrocinanti. I lavori possono essere preparati da classi o da gruppi di studenti o anche interclassi. Non saranno ammessi lavori individuali da parte di studenti di scuole. Al vincitore del primo premio sarà consegnata la medaglia della Fondazione per l’anno 2013.

In occasione della premiazione i vincitori saranno ospitati per tre giorni a Wiesbaden (Hessen) a spese della Fondazione per il Premio della Gioventù.

Nel corso di questa iniziativa saranno promossi lo scambio, l’approfondimento, la conoscenza del tema del concorso anche alla luce delle diversità culturali delle regioni coinvolte.

I lavori premiati saranno inseriti nel sito della Fondazione per il Premio della Gioventù e conservati nella sezione-archivio.

La giuria sarà presieduta da un rappresentante della Fondazione e composta da rappresentanti delle regioni partner. La decisione della giuria è insindacabile e inappellabile. Sono escluse le vie legali.

 

  • Consegna elaborati:

Gli elaborati vanno consegnati entro l'8 marzo 2013 a:
Antonella Bizzarri
Regione Emilia-Romagna
Servizio programmazione, valutazione e interventi regionali nell'ambito delle politiche della formazione e del lavoro
Viale Aldo Moro, 38
40127 BOLOGNA BO

  • Per maggiori informazioni

Per le scuole:
abizzarri@regione.emilia-romagna.it

Per l‘università:
maurizio.canavari@unibo.it

 

Allegati

Flyer Premio della gioventù 2013

Azioni sul documento
Pubblicato il 22/10/2012 — ultima modifica 08/05/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it