Educazione alla sostenibilità, “Siamo nati per camminare”: al via le iscrizioni

Fino al 25 febbraio si può aderire all’edizione 2023 della campagna sulla mobilità sostenibile casa-scuola

È giunta alla dodicesima edizione “Siamo nati per camminare”, la campagna promossa e coordinata dal Centro Tematico Regionale Educazione alla sostenibilità di Arpae e dalla Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con il Centro Antartide e con il supporto della rete dei Ceas - Centri di educazione alla sostenibilità. L’iniziativa è rivolta a bambini e genitori di scuole primarie, secondarie di primo grado e, quest’anno per la seconda volta, di scuole dell'infanzia, nell’ambito del progetto regionale Mobilityamoci.

Come partecipare

Il tema dell’edizione 2023 è Leggiamo la città camminando. Anche per questa edizione, evento centrale della campagna sono le due settimane di “Siamo nati per camminare…e muoverci sostenibili”. In tutta la regione, dal 20 al 31 marzo 2023, alunne e alunni saranno invitati ad andare a scuola con mezzi sostenibili e a registrare giornalmente la modalità utilizzata.
A conclusione delle attività si potranno organizzare iniziative locali per la valorizzazione e condivisione dei lavori realizzati dai ragazzi, tra cui la consegna dei riconoscimenti per le classi più virtuose negli spostamenti verso scuola.
Le classi migliori a livello regionale saranno invitate al consueto evento finale che si svolgerà a maggio presso la sede della Regione Emilia-Romagna o, in alternativa, online.
Quest’anno inoltre, in coerenza con il tema prescelto e le attività ad esso collegate, si prevede di dare un riconoscimento anche al testo originale sul camminare e leggere la città realizzato dalle classi partecipanti.

I Comuni che intendono partecipare alla campagna 2023 possono farlo compilando il modulo google on-line entro il 25 febbraio 2023.

I risultati dell’edizione 2022

All’edizione 2022 della campagna avevano preso parte 72 Comuni in tutta l’Emilia-Romagna, con il coinvolgimento di 222 scuole, 1634 classi e più di 34.200 piccoli camminatori. Tra le novità dell’edizione, come detto, la presenza per la prima volta di 15 scuole dell’infanzia, con quasi 1000 piccoli partecipanti.
In aggiunta a ciò, si è registrato un incremento significativo di pedibus e bicibus rispetto agli anni precedenti, che si sono consolidati nel tempo in molti comuni, e che si sono mantenuti attivi nell’anno scolastico passato ma anche in quello in corso, grazie alla collaborazione di enti locali, istituti scolastici, comitati di genitori e associazioni di volontariato.

Per approfondire

Azioni sul documento

ultima modifica 2023-01-24T18:51:34+01:00
Questa pagina ti è stata utile?

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina