Giornate "di scuole" per il presidente Bonaccini: all'istituto professionale "S. Solari" di Fidenza (Pr) e alla primaria "G. Pascoli" di Poviglio (Re)

In Emilia-Romagna programmati 550 interventi per un investimento di 300 milioni, nuovi fondi nelle province di Parma e Reggio Emilia

Uno degli istituti agroindustriali più antichi del Nord Italia, che prepara le figure professionali più richieste dal settore agroalimentare e che da qualche mese ha inaugurato il nuovo edificio scolastico con 7 laboratori, la serra e il caseificio interno. È l’istituto “Solari” di Fidenza, in provincia di Parma, che questa mattina, in occasione dell’inizio dell’anno scolastico, è stato visitato dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini, accompagnato dal sindaco di Fidenza, Andrea Massari.

Una riqualificazione importante, quella realizzata dal Comune di Fidenza, che in trenta mesi e con un investimento di 7 milioni di euro provenienti dal bando Inail per le scuole innovative e con il sostegno di Cariparma, ha permesso di costruire un nuovo edificio con 7 laboratori - chimica, microbiologia, tecnologie alimentari, informatica e lingue, scienze - e addirittura un caseificio interno. Laboratori che si sommano alla grande serra a lato della scuola, che ospita oggi 360 studenti.

Solari_Lab.jpgQuesto edificio accogliente e all’avanguardia è oggi a disposizione di tanti ragazzi, che si stanno formando per diventare i rappresentanti della cultura agroalimentare di questa terra, che l’ha resa famosa nel mondo - ha sottolineato Bonaccini -. Un investimento molto importante per il Comune, che negli ultimi tre anni ha destinato oltre 13 milioni di euro per riqualificare le sue scuole dal punto di vista della sicurezza antisismica e dell’efficienza energetica, cogliendo le opportunità offerte dai fondi della Banca europea degli investimenti (Bei), dai fondi Kyoto e Por-Fesr, in collaborazione con la Regione. Penso anche- ha aggiunto il presidente- al cantiere della scuola elementare Collodi, che con un finanziamento di quasi 4 milioni di euro nell’ambito del piano regionale per l’edilizia scolastica, sta realizzando la messa in sicurezza antisismica dell’edificio”.

Completati dal Comune di Fidenza anche i lavori esterni sulla viabilità stradale e ciclopedonale, con la realizzazione di un marciapiede di collegamento tra il sottopasso di uso pubblico della stazione ferroviaria e l'ingresso dell'istituto. Opere che concorrono a fare dell’istituto Solari uno degli elementi più qualificanti di un’articolata strategia di rigenerazione urbana che interessa tutta la parte sud della città di Fidenza.

I lavori alla primaria “G. Pascoli”
Sempre in mattinata, a Poviglio, in provincia di Reggio Emilia, sono stati presentati alla cittadinanza i lavori di miglioramento sismico e riqualificazione energetica effettuati sull'edificio della scuola primaria "Giovanni Pascoli". A tagliare il nastro assieme a Bonaccini, oltre ai tanti bambini presenti, anche il sindaco di Poviglio, Giammaria Manghi.

Le opere hanno migliorato la resistenza sismica complessiva e l’efficienza energetica della struttura, grazie a nuovi rivestimenti esterni e alla coibentazione del sottotetto, per un costo complessivo di oltre 540mila euro, con il contributo della Regione di 113mila euro provenienti da fondi europei Por Fesr.

E’ nelle scuole che la nostra regione rafforza radici fatte di valori, voglia di scoprire e innovare che continuano a Inaugurazione_Poviglio.jpgrenderla una comunità coesa e capace di formare i nostri ragazzi- ha detto il presidente della Giunta regionale-. Investiamo per dare ai più giovani e ai loro insegnanti spazi scolastici sicuri e confortevoli. Da inizio legislatura, nel 2015, uno dei primi atti approvati è stato il piano regionale di edilizia scolastica da 140 milioni di euro, con oltre 250 interventi di riqualificazione, ampliamento o costruzione di nuove strutture che saranno completati alla fine di quest’anno. La Regione è già impegnata su una nuova programmazione per garantire continuità di investimenti sul patrimonio scolastico”.

Edilizia scolastica, in Emilia-Romagna oltre 550 interventi programmati
Infatti, anche grazie a stanziamenti del ministero dell’Istruzione, complessivamente, dal 2015 in poi e compresi quelli del Piano regionale, sono stati programmati sulle scuole dell’Emilia-Romagna oltre 550 interventi sul patrimonio di edilizia scolastica, per un investimento di oltre 300 milioni di euro.

Infine, nei giorni scorsi, la Giunta regionale ha ripartito in tutto il territorio regionale 10 milioni di euro per nuovi interventi di ristrutturazione, miglioramento sismico, adeguamento antincendio ed efficientamento energetico in 50 scuole dell’Emilia-Romagna, da Piacenza a Rimini. Fondi che provengono da efficienze di spesa realizzate in fase di aggiudicazione degli appalti e alla fine dei lavori su opere sempre di edilizia scolastica assegnate attraverso i mutui della Banca europea degli investimenti (Bei) nel 2015 e 2016, ad esempio attraverso i ribassi della base d’asta decisi dalle imprese, e che vengono riassegnati sulla base delle graduatorie già approvate per la programmazione 2017.

In provincia di Reggio Emilia sono stati destinati 961mila euro per 5 interventi nei comuni di Castelnovo di Sotto, Bibbiano, Baiso e Ventasso, oltre a quello riconducibile all’amministrazione provinciale per i poli scolastici di Guastalla, Correggio, Montecchio e Castelnovo ne’ Monti.

In provincia di Parma 683mila euro per 4 interventi nei comuni di Berceto, Compiano e Torrile. Anche in questo caso un progetto è dell’amministrazione provinciale.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/10/01 13:54:25 GMT+1 ultima modifica 2018-10-01T13:54:25+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina