Fondazione Golinelli, convegno inaugurale del nuovo anno scolastico

Scienze, educazione, capitale umano, sfide e opportunità sul futuro della scuola: sabato 28 settembre all'Opificio Golinelli di Bologna

Sabato 28 settembre, in occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico, torna il convegno di Fondazione Golinelli dedicato a insegnanti e dirigenti scolastici di ambito scientifico e umanistico.

Il convegno è aperto al pubblico previa prenotazione sul sito della Fondazione Golinelli.

Aprirà l’evento Piero Dominici con la lezione magistrale “No Error* La sfida educativa e la complessità della vita. Oltre le grandi illusioni della civiltà ipertecnologica". Si parlerà di come, nell’attuale società ipercomplessa e iperconnessa, sia necessario educare all’empatia e alla comunicazione, al pensiero critico, alla libertà/responsabilità, al metodo scientifico, a una visione sistemica dei problemi e dei fenomeni e, soprattutto, all’imprevedibilità, costruendo una vera “cultura dell’errore”.

Alla lectio seguirà una tavola rotonda, moderata dal giornalista Corrado Zunino, durante la quale rappresentanti del mondo della ricerca e dell’educazione si confronteranno su sfide e opportunità della scuola di oggi.

Interverranno:

  • Beatrice Aimi, Dirigente scolastico specializzata in processi di apprendimento e insegnamento
  • Daniele Barca, Dirigente scolastico esperto in didattica digitale
  • Marco Cirelli, ricercatore in fisica teorica e cosmologia del Centre Nationale Recherche Scientifique della Sorbona di Parigi e formatore dell’Italian Teacher Program del CERN di Ginevra
  • Enrico Sangiorgi, prorettore alla didattica dell’Università di Bologna

Nella seconda parte della mattinata sarà possibile partecipare ad alcuni workshop che prevedono 40 minuti di sperimentazione rivolti a docenti di ogni ordine e grado:

  • La scienza intorno a noi (scuole secondarie di I e II grado)
    Usare lo smartphone per acquisire informazioni sull’ambiente circostante attraverso Science Journal, un’app Google che consente di realizzare semplici esperimenti di fisica e chimica.
  • Digital storytelling per le scienze naturali (scuole primarie, secondarie di I e II grado)
    Raccontare per imparare: attraverso strumenti dall’approccio immediato, lo storytelling digitale permette di liberare la creatività.
  • Tecnologie e pensiero computazionale (scuole dell’infanzia)
    Sperimentare kit di robotica educativa per i più piccoli, testandone possibili applicazioni nelle attività quotidiane.
  • Dal metodo scientifico al problem solving in laboratorio (scuole primarie)
    Esperimenti di chimica usati come strumento per la didattica e lo studio delle scienze. 
  • Biomaking per la didattica delle STEAM - Scienza, Tecnologia, Ingegneria, Arte e Matematica (scuole secondarie di II grado)
    Dimostrazioni e attività pratiche per entrare nello spirito makers e favorire un approccio del sapere interdisciplinare.
  • Debate! L’indagine scientifica diventa filosofica (scuole secondarie di I e II grado)
    Attività di gruppo per favorire il dialogo, far emergere diversi punti di vista, ricontestualizzare e problematizzare la conoscenza scientifica e il suo impatto sulla società.
  • Palestra di intraprendenza: apprendere per sfide, creando valore per gli altri (scuole secondarie di I e II grado)
    Attività per sviluppare competenze trasversali, gestire le dinamiche di gruppo, stimolare creatività e intraprendenza, usando materiali di uso comune.

Contemporaneamente ai workshop saranno presentati alcuni esempi di progetti didattici.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/09/25 16:14:00 GMT+2 ultima modifica 2019-09-25T16:19:31+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina