Città metropolitana di Bologna presenta la Summer School della Cultura tecnica 2022

15 percorsi gratuiti, fino a settembre, aperti a oltre 400 studenti e studentesse delle classi prime e seconde medie

La Città metropolitana di Bologna ha finanziato 15 percorsi estivi gratuiti su tematiche tecnico-scientifiche rivolti a studentesse e studenti delle classi prime e seconde delle scuole secondarie di primo grado di tutto il territorio metropolitano, con oltre 400 posti disponibili.

L’iniziativa, promossa in collaborazione con l'Ufficio scolastico regionale di Ambito territoriale di Bologna e organizzata con il supporto dell’Istituto Comprensivo di Ozzano dell’Emilia, ha l'obiettivo di integrare l'offerta educativa estiva promossa dai Distretti metropolitani ed è rivolta a giovani e famiglie.

Come descritto nel video di presentazione, i percorsi sono realizzati presso Istituti tecnici, Istituti professionali, Enti di formazione del sistema IeFP (Istruzione e Formazione Professionale), con il coinvolgimento, in qualità di docenti e tutor, di studenti e studentesse di tali scuole ed enti, in peer education. I percorsi hanno durata minima di 20 ore distribuite su almeno 5 giorni consecutivi.

Le 15 Summer Schools 

  • Nel Distretto Appennino Bolognese, l’Istituto Montessori – Da Vinci di Alto Reno Terme propone due edizioni di “Orto botanico: coltivare la sostenibilità”, percorso multidisciplinare di creazione di un orto che si conclude con un evento pubblico. 
  • A Bologna, sono coinvolti l’ente di formazione CIOFS-FP/ER, con “Summer Fab-school” in cui verrà costruita una lampada di design; l’Istituto Rosa Luxemburg con “Idee giovani per giovani e imprese”, che prevede la pianificazione di un evento aziendale nei suoi aspetti comunicativi; l’Istituto Manfredi-Tanari con “Digital Learning for economics, informatics, Visual Merchandising & European languages”, percorso laboratoriale tra informatica, lingue, visual merchandising, economia sostenibile; l’Istituto Serpieri con “Sosteniamo il nostro pianeta”, sui temi dell’alimentazione e della produzione responsabile. 
  • A Imola, la sede locale di CIOFS-FP/ER organizza “GREEN-LAB: Energia e Ambiente”, con esperienze sui temi dell'ambiente e delle energie sostenibili in collaborazione con il CEAS Centro di Educazione Ambientale di Imola; l’Istituto Scarabelli-Ghini propone con “LAB Travelling”, laboratori su vari aspetti della scienza e della tecnica presso tutte le scuole ed enti del territorio imolese. 
  • Per i Distretti di Pianura Est e Ovest, Futura propone, rispettivamente a San Pietro in Casale e a San Giovanni in Persiceto, altrettante edizioni di “Abbassiamo la tensione”, laboratorio di elettronica ed elettrotecnica con creazione di piccoli circuiti. Sempre a San Giovanni in Persiceto, l’Istituto Archimede con l'iniziativa “Aria Pesa”, realizzerà dispositivi IOT in grado di rilevare parametri ambientali legati alla salubrità dell’aria. 
  • Tre i percorsi per il Distretto Reno Lavino Samoggia: l’Istituto Belluzzi-Fioravanti con “Maker Summer Camp ++”, che offre vari laboratori dalla robotica all'astronomia, dalla Internet of Things agli esperimenti di scienze integrate; il Salvemini con “@Campus.it (information tecnology)” per esplorare i modi in cui la tecnologia può essere al servizio della persona e dell’ambiente; il Veronelli con i laboratori di sala, cucina e accoglienza turistica di “Non solo Chef 2”. 
  • Infine, a San Lazzaro di Savena, l’Istituto Mattei propone “Mattei LAB & PLAY 2022“, una full immersion in attività tecnico-economiche laboratoriali in una prospettiva attenta all'ambiente e all'acquisto consapevole.

Per informazioni

Le iscrizioni sono gestite direttamente dagli Istituti ed Enti di formazione organizzatori.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/06/01 10:43:45 GMT+2 ultima modifica 2022-06-01T10:43:45+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina