lunedì 26.06.2017
caricamento meteo
Sections

Al via il nuovo anno scolastico 2012/2013

17/09/2012 - A quattro mesi dal terremoto in Emilia di maggio 2012, la scuola è ripartita anche nei Comuni più colpiti. Regione Emilia-Romagna e Ufficio Scolastico Regionale hanno dato il via all’anno scolastico con un augurio di buon lavoro dalle scuole elementari di Cavezzo

If your video does not start playing shortly, please ensure that you have JavaScript enabled and the latest version of Adobe Flash Player (http://www.adobe.com/products/flashplayer/) installed.

L'indirizzo del collegamento è: http://multipler.lepida.tv/Scuola/video/Scuola_1471.mp4

2012

Hanno preso il via lunedì 17 settembre 2012 le lezioni nelle scuole dell’Emilia-Romagna. Un inizio di anno scolastico particolarmente importante, a 4 mesi dalla prima scossa del sisma che ha lesionato 471 edifici scolastici che ospitano diverse decine di migliaia di studenti.

Il presidente della Regione e Commissario per la ricostruzione Vasco Errani ha inaugurato i moduli temporanei della sede dell’Isit Bassi-Burgatti di Cento, in Provincia di Ferrara, non più agibile per i danni causati dal terremoto. "La scuola è fondamentale per il nostro futuro e per lo spirito di comunità", ha sottolineato.

La Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale, ha scelto di dare avvio all’anno scolastico 2012/2013 con un augurio di buon lavoro in diretta web dalle scuole elementari di Cavezzo, in Provincia di Modena, uno dei luoghi più colpiti.

L’evento, trasmesso in diretta web sul portale ScuolaER a partire dalle ore 11, è stato soprattutto l'occasione per testimoniare lo straordinario impegno di chi ha lavorato negli ultimi mesi per fa sì che le scuole colpite dall'emergenza del sisma potessero iniziare regolarmente il nuovo anno scolastico.

 

Il commento

"Avviare l’anno scolastico nei Comuni colpiti dal sisma è un risultato non scontato ma molto importante. Le ultime scuole prefabbricate, per 18 mila studenti complessivamente, le consegneremo entro il 15 di ottobre, ma nel frattempo con tensostrutture e con forme didattiche innovative stiamo assicurando l’avvio dell’anno scolastico. La scuola è uno degli aspetti fondamentali del nostro futuro, per i nostri ragazzi, ma anche per riattivare quello spirito di comunità e di normalità che è decisivo per noi".
Vasco Errani - Presidente della Regione Emilia-Romagna e Commissario per la ricostruzione

"Un augurio di buon lavoro in diretta web è partito dalle scuole elementari di Cavezzo, in Provincia di Modena, uno dei luoghi più colpiti dal sisma del maggio scorso. “Le scuole saranno ricostruite, alcune classi dovranno fare i doppi turni, ma era molto importante ripartire anche qui il 17 settembre – ha detto l’assessore regionale alla Scuola Patrizio Bianchi – Abbiamo voluto essere qui per testimoniare lo straordinario impegno di chi ha lavorato negli ultimi mesi per fare sì che anche le scuole colpite dall'emergenza del sisma potessero iniziare regolarmente il nuovo anno scolastico".
Patrizio Bianchi - Assessore Scuola, formazione professionale, università e ricerca, lavoro della Regione Emilia-Romagna

 

Per approfondire

Azioni sul documento
Pubblicato il 17/09/2012 — ultima modifica 12/06/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it